Senza categoria

Il nostro inizio 

È da molto che desidero iniziare un blog,

Ero arrivata ad un passo dal farlo quando ho scoperto la mia gravidanza ma anche in quel momento la pigrizia ha avuto il sopravvento ed ho accantonato il mio progetto.

Oggi è un nuovo inizio, ancora non so se avrò la costanza per portare avanti un impegno del genere… Ma in fin dei conti iniziare è il primo passo per riuscire!

Scrivo in diretta dal comodo divano di casa di mia madre, Loe.. Il Principe(così chiamiamo questo piccolo pupo in una famiglia da 40anni tutta al femminile) dorme tra le mie braccia dopo aver fatto un bel bagnetto rilassante.

Sarebbe bello iniziare questo blog raccontando del parto ma lo farò un altro giorno,voglio dedicargli un post intero e soprattutto scriverne uno sui primi giorni del post-partum, momento delicatissimo che durante la gravidanza avevo immaginato in tutt’altro modo! (ma non voglio spoilerare niente.)

Il Principe ha due mesi, attualmente la notte mangia ogni 4 ore circa e quando un neonato dorme…. Una Neo-mamma deve assolutamente approfittarne! Neanche il tempo di finire di scriverlo che si è svegliato, probabilmente perché ha ancora un po’ fame… L’allattamento a richiesta è molto consigliato da ostetriche e pediatra ma non vi nascondo che di tanto in tanto ci si sente una mucca! 🐮🐮🐮

Non sono una di quelle mamme perennemente con le tette da fuori.Allattare a richiesta a mio giudizio significa anche imparare a comprendere i bisogni del bambino che purtroppo ha il pianto come unico metodo di comunicazione, non è possibile attaccarlo al seno ogni volta che piange o è infastidito! È zittire una protesta con la consolazione del seno senza realmente dargli ciò di cui ha bisogno!

Loe protesta perché vuole cambiare posizione, perché si è scocciato di guardare lo stesso ambiente, perché vuole alternare le braccia di mamma e papà (il Titano), perché la navetta è stretta e lo dondolo meglio ma nella culla può sbracciarsi e scalciare quanto vuole….. O semplicemente perché deve fare aria. Non ho mai sentito un neonato fare tutto sto casino per due puzzette… Le prime volte andavo in panico! “sono coliche” mi dicevo, eppure dura un paio di minuti diverse volte al giorno (ho cambiato opinione incontrando un’amica con la sua bimbetta in crisi da coliche, decisamente tutt’altra questione). Diventa rosso, col viso contratto, scalcia come un mulo….. E fa in assoluto le puzzette più rumorose mai sentite da un neonato. Incredibile. Il bimbo con le puzzette più grandi di lui.

Ma adesso è ora di andare … Quegli occhioni reclamano proprio Tetta!

Soddisfatta di essere riuscita a scrivere questo primo articolo vi saluto!

Un bacione care Mammine

Rory

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...